Volla, la speculazione è una questione d'interpretazione della legge. Oggi speciale su Tg3 Campania

Sono in corso piccoli inciuci e manovrine all'ombra della Regione Campania per far approvare una leggina che salvi e sani lo scempio di Volla.

L'iniziativa è di alcuni esponenti politici che nel piccolo comune vesuviano devono difendere interessi, affari, amicizie e clienti.

Per lo più si tratta di soddisfare le richieste pressanti di costruttori, tecnici, imprenditori, titolari di società immobiliari - molti risultano anche indagati dalla Procura di Nola - e scongiurare principalmente che il denaro investito da 'strane entità' non venga perso.

Le tonnellate di cemento selvaggio vomitato, indiscriminatamente, negli anni nelle strade di Volla, in spregio a regolamenti, leggi, normative attraverso furbate e codicilli sartoriali con la complicità di pezzi della burocrazia, funzionari e parte della classe politica adesso passa attraverso una nuova parola magica : "interpretazione".

Se da almeno 10 anni a Volla è stato possibile cementificare le zone F, le zone Agricole, installare capannoni e poi far spuntare improvvisamente villette a schiera oppure sbancare strade e far sorgere parchi con ammassi di abitazioni, non è dovuto ai 'signori della speculazione' e ad un sistema ben strutturato del malaffare ma tutto ciò è accaduto solo per un frainteso.

La colpa è stata del legislatore che nell'approvare le leggi non ha ben specificato la norma, non ha chiarito i punti, non ha scritto bene, insomma, se a Volla è sorta un'industria del cemento, dove sono stati investiti centinaia di milioni di euro, aperti cantieri e costruito dove non si poteva, la colpa è della cattiva politica e dell'impreparazione del legislatore.

Adesso se sono sorti sulle zone F edifici di edilizia residenziale con centinaia di appartamenti, se la campagna agricola si è trasformata prima in insediamento di capannoni e poi in strutture in muratura, se un vecchio edificio bipiano è stato abbattuto e al suo posto sono stati tirati su dei palazzi, la colpa è solo e unicamente della discrezionalità interpretativa delle leggi.

Allora occorre fare lobby e costruire un accordo trasversale tra le forze politiche presenti in Regione Campania, per sanare, meglio interpretare la legge, insomma, sgomberare il campo dagli equivoci e rendere ciò che a tavolino non è  stato mai legale, legale e quindi fermare i magistrati della Procura di Nola.

La vicenda l'ha presa a cuore il consigliere regionale Luciano Passariello, esponente in sonno, di Fratelli d'Italia, dopo lo scandalo della Sma.

In attesa di una legge regionale di riordino dei Puc, si sta scavando un sentiero per infilarci dentro la leggina-interpretativa che equivale a un vergognoso condono sartoriale per i comuni della provincia di Napoli e aiutare gli speculatori e le 'strane entità' che sapranno essere riconoscenti in termini di voti per il rinnovo dello stesso Ente di via Santa Lucia.

Della serie : Chi ha avuto, ha avuto, ha avuto… chi ha dato, ha dato, ha dato…scurdámmoce ‘o ppassato, simmo ‘e Napule paisá!…

Intanto, oggi il Tg3 Campania si occuperà dell'abusivismo edilizio con i casi di Terzigno e Volla nel settimanale in onda su Raitre alle 12 e 25. L'inchiesta è condotta dalla giornalista Francesca Ghidini che tra gli altri intervisterà Ernesto Russo.

di Arnaldo Capezzuto

Continua /34

Leggi Continua /33 A Volla, va in scena la piece teatrale

Leggi Continua/32 Sacco edilizio di Volla, c'era chi disse 'no'

Leggi Continua/31 Caso Volla, voci di imminenti blitz

Leggi Continua /30 Sequestro Volla, proprietari sull'orlo di una crisi

Leggi Continua/29 Scoperchiato dai magistrati il sacco edilizio

Leggi Continua/28 Blitz a Volla contro la colata di cemento

Leggi Continua/27 Scatta il sequestro dei cantieri

Leggi Continua/26 La festa di San Sebastiano nel ristorante privato con il sottosegretario grillino

Leggi Continua/25 Quando tocca a Volla?

Leggi Continua/24 Sacco edilizio a Vollagate

Leggi Continua/23 Cantieri fermi e stop ai lavori

Leggi Continua/22 Abbattuto pino per far spazio alle costruzioni

Leggi Continua/21 Nuovi sequestri a Volla

Leggi Continua/20 Sequestrato cantiere di via Filichito

Leggi Continua/19 Volla, piove, governo ladro

Leggi Continua/18  I corvi svolazzano

Leggi Continua/17 Fiaccolata per dire 'no' al cemento

Leggi Continua/16 L'ascesa dei fratelli Rea

Leggi Continua/15 Dietro l'ampliamento, la grande distribuzione

Leggi Continua/14 Colata di cemento approda in tv

Leggi Continua/13 Il Progetto Futurama

Leggi Continua/12 Spunta lo scandalo della Zona 'F'

Leggi Continua/11 Fiaccolata cemento selvaggio

Leggi Continua/10  Cambia musica all'Ufficio Tecnico

Leggi Continua/9 Manifesti funebri, ecco la rivendicazione

Leggi Continua/8  Manifesti funebri contro cemento abusivo

Leggi Continua /7 Stop al cemento selvaggio, ecco la petizione

Leggi Continua/6 Al posto dei terreni, una colata di cemento

Leggi Continua/5 Spunta il dossier segreto

Leggi Continua/4 Sorride la famiglia del costruttore Perdono

Leggi Continua/3 Onorare le cambiali dei costruttori

Leggi Continua/2 Commissari annullano le delibere

Leggi Continua/1 Volla, capitale del calcestruzzo