Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Vitalizi, Richetti: "Il Pd non si tira indietro, c'è tempo per cambiare"

Non diciamo sciocchezze: io non ho mai pensato che il Senato potesse votare questa legge senza esaminarla in commissione! Non ci sto a creare un caso in commissione", "io mi aspetto che in autunno tutto vada come deve e la legge sia approvata... C'è il tempo per fare tutto ciò che si vuole". Lo afferma il deputato dem Matteo Richetti, primo firmatario della legge che taglia i Vitalizi, commentando, in una intervista a Repubblica, le polemiche di ieri dopo il no dell'aula del Senato alla richiesta di procedura di urgenza per l'esame della legge avanzata dal Movimento cinque stelle. "Io tiro dritto, faccio le mie battaglie e non ci sto alla narrazione di un Partito democratico che si tira indietro sui Vitalizi", sottolinea Richetti ribadendo che "non è che se i grillini si mettono a fare quattro interventi per dire che noi mangiamo le noccioline sotto il banco, questo diventa vero. Il Pd non si rimangia le promesse". E' quindi "sacrosanto" che si sia respinta la procedura d'urgenza: "Sarebbe assurdo pretendere che il Senato non apra neanche un provvedimento di questo tipo. Queste cose si chiedono nei partiti in cui decide Casaleggio, non in un partito democratico".