Sign in / Join

VIDEO HOT. A che titolo l'ex collaboratore della Sarti conserva i backup delle registrazioni?

E' propria una brutta storiaccia quella che vede come protagonista la deputata grillina Giulia Sarti.  A che titolo il suo ex collaboratore conserva i backup delle registrazioni?. L'ex presidente della commissione Giustizia è al centro di un potenziale revenge porn ovvero della condivisione pubblica e quindi diffusione di immagini o video intimi attraverso i social senza il consenso della o del protagonista degli stessi.

Nel nostro Paese non è reato per colpa del Parlamento che non ha ancora licenziato una legge che punisca gli autori del revenge porn.

Neppure la morte per suicidio indotto di tante vittime innocenti - vedi Tiziana Cantone – ha smosso le acque. Per ora sembrerebbe che le foto e dei microfilmati con protagonista la deputata pentastellata circolino in qualche redazione e sui cellulari di molti parlamentari.

La notorietà della vittima, potrebbe ora dare una accelerata all’introduzione di un articolo del codice penale che punisca senza se e senza ma chi pubblica e diffonde, via internet e sui social media, video e foto private esplicitamente a carattere sessuale, senza il consenso delle persone coinvolte.

Ciò che colpisce in questa storia è la posizione di Andrea Bogdan Tibusche, l’ex fidanzato e collaboratore della Sarti, inizialmente finita nell’occhio del ciclone per la vicenda “Rimborsopoli”.

E' lui che all'inviato Filippo Roma delle Iene svela della presenza di telecamere all'interno dell'abitazione della parlamentare e di quella ossessione della Sarti di videocontrollare e quindi registrare h24.

Una questione sulla quale Bogdan cade più volte in contraddizione, perché se da un lato racconta di aver montato “un sistema di videosorveglianza che registrava”, ignorando il “cosa, quando e il quanto”, dall’altro in una chat con un amico, è più esplicito e dicendo che la Sarti voleva fare sesso con uno, ma “aveva paura che questo potesse fare foto” e così, “registrava tutto… e ci sono i filmati”.

Un passaggio oscuro è quando lo stesso Andrea Bogdan Tibusche uscito indenne giudiziariamente da una denuncia pretestuosa della Sarli spiega sempre a Filippo Roma di avere delle copie di backup di tutte quelle registrazioni, su un hard disk.

La domanda sorge spontanea : a che titolo e con quale legittimità l'ex collaboratore-fidanzato della deputata consenrva quel materiale? E' lui il proprietario? Andrea Bogdan Tibusche finita la collaborazione non era tenuto a restituire tutto? Perchè proprio lui deve conservare questo materiale di proprietà della Sarli? E se qualcuno lo rubasse? E poi c'entra qualcosa con la messa in circolo del materiale ?

Intanto, il vice presidente della Camera, Mara Carfagna in un twiit scrive: "Voglio manifestare con forza la mia solidarietà a @GiuliaSarti86 per il vergognoso atto di cyber-bullismo ai suoi danni.
Giulia, non ho parole per esprimere il mio totale disprezzo per chi ha organizzato un attacco così infame e, con il cuore, sono con te!#GiuliaSarti"

di Arnaldo Capezzuto

LEGGI ANCHE