Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Ventotto chili di cocaina purissima nel caffè: Maxi sequestrato nel porto di Gioia Tauro

Nei container che transitano nel porto di Gioia Tauro ci passa davvero di tutto, anche la droga. Ancora una volta lo scalo marittimo calabrese diventa la piattaforma per i narcos dell'ndrangheta. Operazione coperta della Guardia di Finanza e un maxi sequestro di ventotto chilogrammi di cocaina purissima, suddivisi in 25 panetti, del valore di 5 milioni e seicentomila euro, sono stati sequestrati nel porto di Gioia Tauro. Le indagini e le operazioni sono state condotte dagli uomini della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Reggio Calabria e dell'Agenzia delle Dogane, coordinati dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria.

Anche questa volta il sistema utilizzato è sempre quello dell'occultamento di borsoni pieni di cocaina all'interno di un container, in questo caso contenente un carico di caffè spedito da Puertocortes (Honduras) e diretto ad Instanbul (Turchia). I controlli e le tecniche di ispezione adottate presso lo scalo portuale cercano in tutti i modi di limitare l'utilizzo dello stesso quale punto di ingresso di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente destinati al mercato italiano.