Vecchie multe possono essere nulle: Ecco i segreti per non pagarle che nessuno conosce

Vecchie multe possono essere nulle: Ecco i segreti per non pagarle che nessuno conosce

Vecchie multe non pagate? Potrebbero essere nulle

Le cartelle esattoriali per vecchie multe potrebbero essere nulle, lo ha stabilito il Giudice di Pace di Palermo.

Il segreto? Chiedere all’Agente per la riscossione del comune in questo specifico caso la notifica e le copie degli atti

Il secondo segreto? Le relate devono essere prodotte in originale e molto spesso ciò non accade.

Quando un automobilista, nel momento del pignoramento, che afferma di non aver ricevuto il precedente atto (decorsi i cinque anni di prescrizione) sarà l’esattore che deve dimostrare il contrario portando la documentazione necessaria. 

Se non trova l’originale la cartella è nulla

Anche per le multe non pagate i comuni possono rivalersi a società di recupero del credito private ma ricordiamoci sempre che, essendo appunto private, queste società non hanno diritti su di voi non essendo dei pubblici ufficiali, come ad esempio autenticare una copia della relazione di notifica di una cartella. Se non l’originale non ci possono fare nulla e il giudice sarà tenuto ad accogliere il ricorso:

L’esattore locale non può limitarsi a depositare solo gli originali della relazione di notifica (per le notifiche a mano) o dell’avviso di ricevimento della raccomandata (per le notifiche a mezzo posta); deve anche produrre le cartelle di pagamento cui tali documenti si riferiscono. E ciò perché altrimenti impedisce al giudice di accertare la regolarità del procedimento di consegna nei confronti dell’automobilista sanzionato, ossia di verificare che a quelle specifiche prove corrisponde la cartella relativa alla multa e non un’altra.

Giudice di Pace di Palermo