Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Usa e musulmani: fra odio ed amore

Non si sentono amati da Washington, a causa dell'inquilino che oggi abita la Casa Bianca. Il resto dell'America invece nell'ultimo anno ha dimostrato amicizia e solidarietà. Per i musulmani che vivono negli Stati Uniti sono stati mesi difficili quelli prima e dopo l'elezione di Donald Trump.
La loro fede ha attirato sospetti e discriminazione tra una fascia della popolazione che si rivede nelle idee di estrema destra. E le politiche e le parole del nuovo presidente non hanno fatto altro che legittimare questi atteggiamenti. Se il potere quindi gli è stato ostile, i singoli americani hanno mostrato una maggiore solidarietà rispetto al passato.
Questo è il quadro delineato da uno studio condotto dal Pew Research Center. Tre quarti dei musulmani americani che vivono negli Usa hanno dichiarato di percepire l'atteggiamento di Trump nei loro confronti come ostile. Allo stesso tempo, circa la metà degli intervistati ha detto di aver sperimentato negli ultimi dodici messi un aumento della solidarietà da parte dei singoli individui non musulmani. Questo li rende ottimisti per il futuro e speranzosi di poter essere pienamente accettati dalla società americana.
È la prima ricerca che il centro conduce su questo tema da quando c'è stato il cambio alla Casa Bianca, la terza dal 2007. Il 2016 e questa prima metà del 2017 hanno rappresentato un periodo difficile per la comunità musulmana, che ha vissuto un incremento notevole di crimini legati alla religione. Il bullismo a scuola è aumentato, cosi' come gli episodi di vandalismo nelle moschee e le aggressioni alle persone che indossavano i simboli della loro identità, a partire dal velo. Nonostante questo, lo studio ha dimostrato che a questi atti spiacevoli, la maggioranza della popolazione americana ha risposto con atteggiamenti di maggiore solidarietà nei loro confronti. Ed è anche per questo che, rispetto al passato, oggi sempre più musulmani sentono di appartenere agli Stati Uniti.
L'89% infatti ha dichiarato di essere orgoglioso di potersi definire sia musulmano che americano; i due terzi hanno poi sostenuto di non veder nessun conflitto nella relazione tra Islam e democrazia. Democrazia di cui vogliono far parte. Infatti se nel 2007 votò solo il 37%, nelle ultime elezioni presidenziali la percentuale è salita al 44% dei musulmani. Il 78% di loro ha scelto di appoggiare la candidata democratica Hillary Clinton. La comunità musulmana negli Usa è sempre più importante. Ogni anno, secondo le stime dei ricercatori del Pew Research, c'è un aumento di 100 mila persone. Attualmente, il numero di musulmani si aggira intorno ai 3.35 milioni di individui, cioè l'1% della popolazione americana.

Potrebbe interessarti


Leggi anche