Università di Foggia, blitz della Finanza a Scienze Agrarie per i progetti Miur

E' una storiaccia di finanziamenti pubblici e di progetti. Irregolarità nella rendicontazione e truffa. Accuse presunte e fatti da dimostrare.

Sta di fatto che stamane la Guardia di Finanza si è presentata al dipartimento di Scienze Agrarie dell'università di Foggia ed ha eseguito una serie di perquisizioni nell'ambito di una indagine su presunte irregolarità nella rendicontazione di tre progetti finanziati dal Miur.

Le Fiamme Gialle non sono andate via a mani vuote. Sembra che abbiano posto sotto sequestro computer e documenti. C'è anche un elenco di indagati e tra loro c'è il nome del rettore dell'Università di Foggia, Maurizio Ricci.

Complessivamente dovrebbero essere coinvolte 20 persone tra cui il direttore del dipartimento di Scienze Agrarie, Agostino Sevi, docenti e funzionari dell'Ateneo.

Le ipotesi di reato sono concorso in truffa e abuso d'ufficio. Le presunte irregolarità su cui indaga la Procura di Foggia sono state denunciate alcuni mesi fa da due professori, Alessandro Del Nobile e Diego Centonze, e riguarderebbero il Pon Ricerca e Competitività 2007-2013 ottenuto dai gruppi di ricerca del Distretto agroalimentare regionale, il Da.Re., tra i cui soci c'è l'ateneo foggiano, beneficiario di circa 10 milioni di euro. A quanto si apprende i reati contestati dovrebbero essere di truffa e abuso di ufficio.