Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Uccisione Pamela, svolta nell'inchiesta. Scattano altri due arresti. Pericolo fuga degli indagati

Oltre a Desmond Lucky, 22 anni, gia' indagato nell'inchiesta per la morte di Pamela Mastropietro, è stato fermato anche Awelima Lucky, 27 anni, anche lui nigeriano.

Dimoravano rispettivamente a Montecassiano e Macerata, riferisce una nota della Procura di Macerata. Durante gli interrogatori, che si sono svolti ieri fino a tarda notte, "sono state espletate ulteriori indagini di natura tecnica e testimoniale" in base alle quali, gli inquirenti hanno ritenuto che ci fossero "gravi indizi di reità a carico dei due indagati" e anche "concreto pericolo di fuga".

"Si rimane tuttora - si legge ancora nella nota - in attesa dell'esito degli accertamenti medico-legali, scientifici e tecnici" del Ris dei carabinieri e dei consulenti.

L'accelerazione dell'inchiesta sulla morte di Pamela Mastropietro, che ha portato al fermo di altri due nigeriani dopo l'arresto di Innocent Oseghale, si è resa necessaria per il fatto che "uno degli indagati si stava velocemente allontanando verso la Lombardia".

Gli inquirenti non ne conoscevano l'identita' ma "solo un nomignolo convenzionale". Lo rende noto la Procura di Macerata.

Con i due fermi eseguiti oggi "d'iniziativa della Procura della Repubblica di Macerata, nell'ambito dell'inchiesta sulla morte di Pamela Mastropietro, "riteniamo l'indagine chiusa". Lo ha detto all'ANSA il Procuratore Giovanni Giorgio. I provvedimenti cautelari dovranno poi essere convalidati dal gip. L'inchiesta, ha precisato il magistrato, "coinvolge tre indagati" ed "è chiusa"