Sign in / Join

Trema Alleanza di Secondigliano, stanato il figlio latitante del boss in gonnella Maria Licciardi

E' il passato che torna prepotente. Alle  prime ore dell’alba, a Napoli, personale della Squadra Mobile di Napoli e di Caserta, hanno stanato il latitante Giuseppe Musella, 46 anni.

Un nome che dice poco o niente. Però approfondendo meglio si scopre che Musella è il figlio di Maria Licciardi, boss in gonnella, nota con l'appellativo della 'piccolina'.

La lady camorra che alla morte per setticimia del fratello Gennaro ha ereditato il controllo della cosiddetta Alleanza di Secondigliano, un cartello di clan di camorra che a partire dagli anni 90 hanno dominato Napoli e i comuni dell'hinterland. C'è chi sostiene che l'Allenza non esista più ma non tutti sono d'accordo.

Gli 007 segnalano che quei clan tra cui i Mallardo e Contini continuano a dettare la propria legge.

Una camorra sanguinaria e spietata che continuerebbe a muovere i fili attraverso la differezzazione degli investimenti economici in molte attività commerciali.

 Il ricercato, in particolare, lo scorso mese di ottobre si era sottratto ad un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli, per i reati di associazione per delinquere, rapina e sequestro di persona.

Giuseppe Musella, è stato rintracciato in un appartamento del quartiere di Scampia all’interno di un vano appositamente costruito dietro la parete di una stanza da letto.

di Ar.Ca.

LEGGI ANCHE