Terrore bus: gip, scopo Sy era condizionare Governo

Lo "scopo sotteso all'azione" di Ousseynou Sy, l'autista che ha sequestrato un bus con 51 bambini e ha appiccato il fuoco, "era quello di costringere, o comunque condizionare, le politiche migratorie attualmente adottate dal Governo in carica". Il suo "intento" era "quello di compiere un'azione dimostrativa sull'onta dell'ira" in lui generata, come ha riferito, "dall'episodio del mancato sbarco di 49 persone", ossia la vicenda della nave Mare Jonio. Lo scrive il gip di Milano Tommaso Perna nell'ordinanza.