Sign in / Join

Studenti scrivono sul muro della scuola: "Il preside è gay"

"Il preside è gay". E' la scritta comparsa sul muro del liceo Alfredo Oriani di Ravenna.

Gianluca Dradi è il dirigente scolastico protagonista della frase ed è stato avvertito dai suoi collaboratori.

E invece di far cancellare la frase, ha scelto di tenerla lì. Spiegando i motivi con un post su Facebook:

"Ciò che offende non è la falsa attribuzione di una condizione, ma il fatto che uno studente del mio Liceo l'abbia pensata come a un'offesa. Non la farò cancellare: resti lì come una "pietra di inciampo" per l'intelligenza umana", ha scritto.

Tanti i commenti e i complimenti da tutti Italia per la risposta 'educativa' del preside.

Scrive Marco: Un immensa simpatia provo x la sua risposta. Qui in Germania , dai giovani che sento parlare, non usano piu da tanto tempo, parole di qule tipo x offendere, anzi sempre piu giovani sono pronti a vivere la loro sessualita sempre piu apertamente, uguale quella che sia !! la maggior parte di sessi sono molto meglio della mia generazione !!".

E Maurizio : "Lei è da Libro CUORE. In bocca al lupo per il suo lavoro". E poi Gianni: "Un modo perfetto per mettere un punto ad un 'offesa che non deve essere un' offesa".

Poi tocca a Gabriella: "Gentile signore,lei è un vero educatore.Vorrei che mio nipote “inciampasse”su una delle sue pietre.Con stima le auguro buon lavoro".

Ancora Fabio: "Quanto è confortante in tempi bui sentire pronunciare parole di rigore e senso di sè ....Chapeau!". E Luigi: "Un goal da fuoriclasse, grazie!".

Per Eliana : "Grazie per la lezione, preside!". Il dirigente scolastico ha pensato che quella fosse l'occasione giusta per dare un insegnamento ai suoi studenti.

Al Corriere di Romagna, ha dichiarato: "Fra tutte le scritte che ci sono, all’inizio non me n’ero neanche accorto. Nella mia esperienza, ho notato che all’interno del tema del bullismo l’omofobia è un tratto ricorrente. Così, quando mi hanno fatto notare la scritta, invece che cancellarla, ho deciso di trarne spunto per un messaggio educativo. Molti studenti, vecchi e nuovi, mi hanno già dato il loro appoggio".

di Pier Paolo Milanese

LEGGI ANCHE