Sign in / Join

Strappo nel Governo: il ministro Fontana verso le dimissioni

"I progetti ci sono e l'attesa è grande, anche perché è la prima volta nella storia italiana che esiste questo ministero. Però ci vogliono anche le risorse. Confido che arrivino dalla Finanziaria". Lo dice a La Stampa il ministro per la Famiglia, Lorenzo Fontana. "Aiutare famiglie e disabili - spiega Fontana - è una scelta etica più ancora che politica. O l'economia è al servizio dell'uomo o l'uomo dell'economia. Se non riusciremo a essere vicini ai disabili, a fare qualcosa di concreto, vorrà dire che il ministro non serve. E ne trarrò le conseguenze". "Il futuro di questo governo e il rischio di tornare alle urne - osserva anche - dipenderanno dalla Finanziaria". Tornando sulla sua proposta di abolizione della legge Mancino stoppata dal premier Conte perché non nel contratto di governo, Fontana afferma: "Certi temi sono importanti anche se non sono in agenda. Buona parte della classe politica non capisce che prima della politica vengono le idee. E che avere idee significa pensare il futuro. Se trent'anni fa si fossero previsti i disastri della globalizzazione ci saremmo evitati molti guai"