Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Sospeso l'ambasciatore libico in Italia

La ragioneria di Stato a Tripoli ha sospeso l'ambasciatore libico in Italia, Ahmad al-Mabruk Safar, e altri responsabili della sede diplomatica libica a Roma, di quella presso la Santa Sede e del consolato libico a Milano per "danno all'erario pubblico".

E' quanto si apprende sul portale di notizie libico 'Al-Wasat', che cita un decreto del presidente della ragioneria di Stato, Khaled Shakshak. Il decreto prevede la sospensione di alcuni responsabili e funzionari "in via cautelare per aver tenuto comportamenti che hanno arrecato un danno consistente all'erario pubblico".

Oltre all'ambasciatore Safar, sono stati sospesi, tra gli altri, anche l'incaricato d'affari dell'ambasciata libica a Roma, Mukhtar Saleh Salem Mahmud, e il revisore dei conti del consolato libico a Milano, Mahmud Miftah al-Tarhuni.