Sign in / Join

Sondaggi elettorali, Noto: "Movimento 5 Stelle in crisi nera?E' un momento"

Processiamolo o non processiamolo, questo è il dilemma. E il risultato del voto si saprà solo dopo le 22, non più alle 19 né alle 20.30. La piattaforma Rousseau partorirà l'esito solo in tarda serata.

Sono ottantamila gli iscritti al sito chiamati a rappresentare i milioni di italiani che vogliono essere guidati dal Movimento 5 Stelle. Secondo le indiscrezioni, potrebbe vincere il No, quindi l'autorizzazione a processare il Ministro Salvini per aver tenuto i migranti della Nave Diciotti, a bordo per giorni.

Una chiamata alle urne virtuale quasi necessarie considerata la spaccatura interne ed esterna del Movimento 5 Stelle. La possibilità di capire quanto sia salda la linea politica pentastellata.  Di Maio se ne è  lavato le mani, infatti, lasciando che a decidere sul suo compagno di governo Salvini, fossero gli stessi militanti. Una decisione quasi obbligata, data la continua discesa nei sondaggi dei pentastellati, anche se la possibilità che gli stessi iscritti possano non votare non c'è. "Chi parteciperà al voto sulla piattaforma non è di certo un semplice elettore - ha detto a il24.it il sondaggista Antonio Noto - è ovvio che ha una motivazione diversa,  è un tipo di elettore più attivo. In genere, secondo i dati, vota sempre un terzo. L'esito non è scontato, bisogna capire solo alla fine cosa succederà e se effettivamente è stato un terzo degli iscritti a partecipare". E sulla caduta a picco nei sondaggi. "Più che un declino - ha detto il sondaggista Antoni Noto a il24.it - si tratta di un momento. Sono sicuramente in un trend negativo, ma sarà solo il tempo a dire se andranno ancora più giù nei sondaggi o si riprenderanno. Ma sicuramente dopo otto mesi è ancora presto".

Nell'ultimo sondaggio di Noto, realizzato per Cartabianca, il M5S è sprofondato per le prossime elezioni Europee al 22%. Una crisi nera, dunque, e il distacco con la Lega si fa sentire, dato che quest'ultima si è portata in avanti raggiungendo il 35%. Il ritorno di Di Battista nel Movimento non di certo aiutato a risalire la china, anzi, ha creato altri dubbi negli elettori.

LEGGI ANCHE