Sign in / Join

Signorini, la confessione choc: “Quella volta che Berlusconi mi prese la mano a letto nella notte”

Signorini, la confessione choc: “Quella volta che Berlusconi mi prese la mano a letto nella notte”

Alfonso Signorini  direttore del settimanale Chi e opinionista del Grande Fratello Vip, ha rivelato alla giornalista Francesca Fagnani in Belve, in onda su Nove dal 14 dicembre alle 22,45, uno spaccato inedito della sua vita e dei rapporti con Silvio Berlusconi. Per la prima volta il celebre giornalista di gossip ha parlato di sé senza freni e senza nascordere nulla. Una vera e propria confessione quella fatta alla Fagnani. Alfonso, abituato da sempre ad essere  preso di mira per i suoi rapporti con Berlusconi, ha deciso di raccontare come stanno effettivamente le cose tra loro e perchè i due hanno un ottimo rapporto.

Alfonso Signorini ha dichiarato alla padrona di casa della trasmissione Belve che soffre per le cattiverie con cui le persone commentano il suo rapporto con Berlusconi. Infatti Alfonso ha detto: “Mi ferisce molto che dicano: ‘Signorini il leccac*** di Berlusconi, Signorini la velina di Berlusconi e bla bla bla’. Io riconosco che con Berlusconi non sono obiettivo, ma lo dico io per primo perché gli voglio troppo bene, gli sono affezionato”. Poi ha aggiunto: “Però uno dice: ‘Perché gli vuoi bene? Perché è il tuo editore e ti conviene volergli bene’. No, io gli voglio bene perché lui me l’ha dimostrato il suo bene”. (Continua dopo la foto)

L’intervista poi è continuata sempre sull’argomento Berlusconi e Alfonso ha precisato il motivo di questo stretto rapporto di amicizia tra i due. Il giornalista ha detto: “Questo non l’ho mai raccontato, però ci tengo a farlo sapere e non ero in grado di raccontarlo prima di oggi. Quando mia mamma è morta, lui sapeva benissimo che per me era il centro dell’universo, era davvero la mia vita.” Alfonso poi ha continuato dicendo: “Era appena morta, poi alle 23.30 mi stendo sul divano, sento il citofono, non volevo aprire a nessuno, ma erano due carabinieri. Ho pensato: ‘Cosa è successo?’. Volevano avvisarmi che stava arrivando il presidente, perché allora Berlusconi era presidente del Consiglio”. (Continua dopo la foto)

Alfonso poi ha continuato: “Allora devo dire la verità, a fatica, gli ho aperto la porta di casa. Ecco, in quel momento, lui che cosa ha fatto? Io non ho più visto in lui né Berlusconi né altro, mi ha preso la mano, perché stavo parecchio male, anche perché ero nel pieno della mia malattia, mi ha tenuto per mano nel letto, facendomi addormentare alle 2 del mattino. Io alle 6 ho aperto gli occhi, lui non c’era già più e mi ha lasciato un biglietto che ancora conservo: ‘Quando ti svegli chiamami’. Ecco, io per una persona così, glielo giuro, se mi chiede di buttarmi giù dal balcone, io mi butto giù dal balcone”. Dal racconto del direttore di Chi è venuta fuori la descrizione di un rapporto di amicizia vero e profondo, che va oltre i semplici rapporti di lavoro. (Continua dopo la foto)

Alfonso in questa intervista ha chiarito il perché del suo rapporto con Berlusconi, eliminando qualsiasi dubbio. Non sono amici di convenienza, ma c’è un sincero e profondo sentimento di amicizia che li lega. Oltre ad Alfonso Signorini, la Fagnani ha intervistato anche l’ex ministra Nunzia De Girolamo. La conduttrice e  giornalista Francesca Fagnani ha realizzato così due interviste graffianti, irriverenti, raccontando tra profondità e leggerezza aspetti inediti di due personaggi noti al grande pubblico,  che hanno accettato di raccontarsi con ironia e sincerità.

LEGGI ANCHE