Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Siani pone due condizioni a Renzi per accettare la candidatura nel PD: manifesto su giovani e welfare e libertà di voto in Parlamento

Paolo Siani prepara la road map per accettare l’offerta di Matteo Renzi di una candidatura nelle liste del Pd alle elezioni politiche. In vista dell’incontro, fissato dopo l’Epifania, il primario di pediatria dell’ospedale Santobono di Napoli, fratello di Giancarlo Siani, giornalista del Mattino ucciso dalla camorra, sta lavorando a un mini programma politico-sociale da sottoporre al segretario dei democratici. Un manifesto che si poggerà su tre punti fondamentali: sanità, welfare e lotta all’abbandono infantile nelle periferie napoletane. Un manifesto sui cui Siani chiederà l’adesione di medici, intellettuali e nomi della società civile napoletana. A Renzi, prima di sciogliere la riserva sulla candidatura, il pediatra napoletano chiederà la condivisione dei punti contenuti nel manifesto. E non solo: ci sarebbe anche una seconda condizione che Siani pone a Renzi; libertà di voto in Parlamento. Il fratello del cronista ammazzato non si sente un militante dei democratici e vuol far passare la propria candidatura come autonoma. E dunque autonomia chiederà a Renzi nelle votazioni a Montecitorio. Per Siani, il Pd ha ipotecato la casella di capolista a Napoli alla Camera dei Deputati ma lui vorrebbe correre anche nel collegio uninominale. Per sbarcare a Roma grazie al sostegno dei cittadini napoletani.