Sign in / Join

Scatta blitz antiassenteismo nella Sanità, 11 arresti e 31 denunciati. Tornano i furbetti del cartellino

Scandalo sanità in Sicilia. Nonostante i controlli, i provvedimenti duri, le inchieste giornalistiche come nulla fosse si continua a fare i furbi e nello specifico tornano i furbetti del cartellino. E' scattato stamane a Palermo, il blitz antiassenteismo all'assessorato Sanità.

E' stata la Guardia di finanza a cogliere sul fatto i dipendenti pubblici infedeli. In particolare all’assessorato regionale alla Salute la pausa caffè era interminabile. C’era poi la pausa per la spesa, per una lunga passeggiata e poi all'occorrenza quella per andare dal parrucchiere.

E' un’indagine della Guardia di finanza, coordinata dalla procura di Palermo a svelare come all’ufficio della Regione i furbetti del cartellino facevano quello ch volevano in barba ad ogni dovere d'ufficio.

Sono undici le persone finite agli arresti domiciliari nel corso del blitz scattato all’alba, agli stessi è stato notificato l'obbligo di firma, altri venti sono stati denunciati.

I dipendenti dell'assessorato alla Salute pizzicati fuori dall'ufficio sono accusati di truffa aggravata, accesso abusivo al sistema informativo e false attestazioni e certificazioni.

di Pier Paolo Milanese