Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Scandalo nell'esercito: Violentata dai superiori: "Ho sepolto vivo il mio bambino"

Di Cristina Beatrice Ungureanu

Scandalo nell'esercito: Violentata dai superiori: "Ho sepolto vivo il mio bambino"

L'esercito nord-coreano, è il quarto più grande al mondo, e vanta un gran numero di  donne arruolate ma ultimamente abusi e depravazioni sono state denunciate dalle stesse, fino alla ammissione da parte di una soldatessa di aver  seppellito vivo il suo bambino.

Secondo DalyNK, i casi di abuso sono diventati famosi, nonostante la censura. L'ultimo riguarda una donna della regione di North Hamgyong (nella provincia settentrionale della Corea del Nord), che era rimasta incinta di un ufficiale superiore. L'uomo era però sposato, così la donna ha deciso di evitare uno scandalo. Dopo che aver partorito in casa, la neo-mamma è andata in una zona deserta di montagna e ha seppellito il bambino in una fossa. Il piccolo era ancora vivo.

Dopo il tragico episodio, altre donne hanno dichiarato di aver dovuto usare ben due cinture per nascondere le gravidanze. I rapporti intimi nell'esercito nord-coreano sono infatti proibiti. Le soldatesse ricorrono agli aborti clandestini e illegali, altrimenti rischiano di essere radiate.

Molte donne scelgono di arruolarsi nell'esercito perché hanno almeno un pasto di cibo garantito al giorno, ma sono spesso vittime di abusi da parte di colleghi e superiori.