Sign in / Join

Salvini finisce 'Alla Lavagna' e c'è chi parla di nuovi film dell'Istituto Luce

Non è piaciuta la partecipazione alla trasmissione 'Alla lavagna!' in onda su Raitre di Matteo Salvini. Il vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini è stato il primo ospite della nuova serie.

Il capo del Viminale è stato sottoposto alle domande di una classe di diciotto alunni, tra i 9 e i 12 anni. La sensazione è stata di un grande spot a favore di Salvini. Un'apparizione come dire cosmetica per mostrare un volto diverso e più familiare, più semplice.

Qualcuno parla di una riedizione corretta e moderna dei film dell'istituto Luce che celebravano le gesta di Benito Mussolini.

Sembrava che il ministro recitasse una parte con un preciso canovaccio.

I bambini gli hanno chiesto in modo elementare di politica, razzismo e immigrazione. E proprio su questo punto ci sono state molte domande.

“Molti dicono che lei è razzista, ma lei pensa davvero di esserlo?" chiede apparentemente senza filtri Sofia al leader leghista. E lui, scuotendo la testa accenna a una pausa e risponde: "No, tutt’altro".

Dopo la messa in onda della prima puntata sui Social è un fioccare di critiche e polemiche c'è chi pensa che ormai anche Raitre piano piano venga 'normalizzata'.

di Pier Paolo Milanese