Sign in / Join

Sale la tensione in Germania: nove feriti per scontri tra i due cortei a Chemnitz

Nove persone sono rimaste ferite a margine delle due manifestazioni antagoniste scese in strada sabato a Chemnitz, in Germania. Da una settimana la citta' sassone e' epicentro della mobilitazione dell'estrema destra contro gli stranieri dopo l'omicidio di un giovane tedesco, per il quale sono stati arrestati un iracheno e un siriano. Nonostante la tensione palpabile, sabato i due cortei -uno contro gli immigrati, l'altro per esprimere solidarieta' alla politica di accoglienza- si sono svolti senza incidenti, in una citta' blindata dall'enorme dispiegamento di forze di sicurezza. Ma quando le manifestazioni hanno cominciato a disperdersi, ci sono stati scontri violenti tra i militanti dei due fronti. La polizia ha reso noto che ci sono stati nove feriti durante un intervento degli agenti per evitare il confronto diretto. Un'equipe della televisione pubblica locale MDR ha presentato denuncia perche' aggredita mentre registrava immagini; e' rimasto ferito uno dei tecnici della squadra e il materiale ha subito danni. Non solo: a margine delle manifestazioni, in un quartiere periferico di Chemnitz, un afghano di vent'anni, e' stato picchiato da quattro uomini con il volto coperto; secondo la polizia, ha riportato ferite lievi. Adesso, dopo le manifestazioni a cui hanno partecipato 8500 persone, Chemnitz, terza citta' della Sassonia, si prende qualche ora di pausa prima del prossimo grande evento: con lo slogan "Siamo di piu'", lunedi' si terra' un concerto gratuito contro il razzismo, la xenofobia e la violenza.