Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Roberta Ragusa, spunta un post su Facebook

Nella ricostruzione della vicenda che riguarda la scomparsa di Roberta Ragusa si inserisce ora un nuovo ed inatteso tassello che riporta indietro il tempo a pochi minuti dopo la sparizione della donna. La trasmissione Quarto Grado che da tempo lavora sulla ricostruzione di quanto avvenuto  a Gello di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa, nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012, ha scoperto ciò che scrisse su Facebook il figlio della donna poco dopo che la madre era sparita.

“Questo non è uno scherzo. Mia madre è scomparsa questa mattina presto, abbiamo già avvertito le forze dell’ordine ma chiedo anche il vostro aiuto. È senza documenti, probabilmente in pigiama. Vi prego fatevi sentire se l’avete vista e vi prego di condividere e postare questo messaggio su ogni pagina o gruppo che c’entri con Pisa e con i vostri amici. Grazie a tutti. Daniele Logli”.

Una novità che arriva poco dopo la vicenda della lettera anonima inviata a “Chi l’ha Visto?” e ai Carabinieri che invitava invitava a indagare su un uomo morto suicida un paio di anni fa per fare luce sul caso di Roberta Ragusa. Un uomo che poi si è scoperto era stato già intervistato proprio da Chi l’ha visto nel 2014. Si trattava del custode di un cimitero in cui si ipotizzava potesse essere stata cremata la Ragusa.