Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Regionali, De Luca e la tentazione di una corsa senza Pd: pronte tre liste. Due sindaci in campo per i dem

Vincenzo De Luca non vuole fare un passo di lato. Nonostante nel Pd c’è chi spinga per non ricandidare il governatore della Campania alle regionali del 2020. Se i democratici dovessero puntare su un altro nome, l'ex sindaco di Salerno ha già pronto il piano B: la corsa con un’alleanza di liste civiche. E il piano b sarebbe già ben avviato: i colonnelli dello sceriffo salernitano sono al lavoro per reclutare candidati e cartelli elettorali per l’appuntamento del 2020. I più attivi sono Tommaso Casillo a Napoli, Luigi Bosco a Caserta, Enzo Alaia ad Avellino e Franco Alfieri nel Salernitano: quattro fedelissimi del governatore che stanno lavorando all’allestimento di almeno tre liste civiche con cui correre alle regionali nel caso in cui il Pd decidesse di non puntare sul presidente uscente. Due liste sono già pronte: De Luca presidente e Campania Libera. Una terza è pronta a decollare: sarebbe una lista dei sindaci che in questi hanno avuto un filo diretto con il presidente della giunta regionale. Mentre una quarta lista vedrebbe in campo gli ex di Scelta Civica come Michele Schiano. De Luca è tentato da una sfida in nome del civismo: esperimento già riuscito con un successo a Salerno. Ma in Regione la strada non è affatto in discesa. E dunque il presidente non abbandona del tutto la trattativa con i dem che però potrebbero scaricare l’ex sindaco di Salerno. Scegliendo un volto nuovo. Ciro Buonajuto (sindaco d Ercolano) ed Enzo Cuomo (Portici) sono le due opzioni.

Potrebbe interessarti


Leggi anche