Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

A Reggio Emilia, arrestati 3 boss. Risolti due omicidi di 25 anni fa

Una guerra di mafia tra due cosche rivali. Era il 1992.  Le vittime, il 33enne Nicola Vasapollo e il 35enne Giuseppe Ruggiero, furono uccise nell’ambito di una guerra di mafia combattuta giù in Calabria ma con ripercussioni al Nord Italia.

La svolta nell'ambito dell'operaione "Aemilia 1992" con il Gip che ha emesso la custodia cautelare per tre boss. L’attività investigativa ha permesso di ricostruire la vicenda che vide contrapposte la cosca Grande Aracri-Dragone-Ciampà e il sodalizio Vasapollo-Ruggiero in lotta per conseguire l’egemonia delle attività illecite nelle province di Crotone e Reggio Emilia.

Entrambe le vittime, appartenenti al gruppo Vasapollo-Ruggiero, vennero uccise nelle rispettive abitazioni mentre si trovavano agli arresti domiciliari.

In una occasione i killer, armati di pistola, per costringere Giuseppe Ruggiero ad aprire la porta di casa, simularono un controllo delle forze dell’ordine indossando divise e usando una finta auto di servizio.