'Piazza di spaccio' contro la disoccupazione

Non avevano lavoro. Tante domande. In attesa di un reddito di cittadinanza e un sussidio e sempre la stessa domanda: "Come facciamo a tirare avanti?".

La risposta l'hanno trovato aprendo una 'piazza di spaccio". Così si erano organizzati marito e mogli che sono finiti dritti dritti in carcere.

La storiaccia è accaduta a Napoli. Sono stati gli agenti del commissariato San Carlo Arena hanno fatto irruzione in un appartamento di via Giambattista Alfano e hanno sorpreso la donna chiusa in bagno che fingeva di farsi una doccia mentre si disfaceva della droga nel water.

Grazie a una perquisizione meticolosa, i poliziotti hanno trovato, occultato sotto alcune riviste, un panetto di cento grammi di hashish: a quel punto i due coniugi, con estrema disinvoltura, hanno dichiarato di svolgere tale attività, come se fosse un qualsiasi lavoro, solo per mantenersi, essendo entrambi disoccupati e privi di alcuna fonte di reddito.

In quel momento, sull’uscio della casa ha fatto capolino un giovane 21enne che ha tentato di consegnare a un’agente che perquisiva la casa una banconota da 5 euro per ricevere in cambio una dose di hashish. Interrogato, il ragazzo ha confermato che era solito acquistare la sua dose presso quella famiglia.