Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Per l'amicizia con Cosentino, la neo sottosegretaria Castiello imbarazza il ministro Lezzi

di Arnaldo Capezzuto

Caroselli con le auto, tuffi nelle fontane pubbliche, balli e feste di piazza. E' irrefrenabie la gioia e le manifestazioni di contentezza popolare.

Sono ormai sette giorni che nelle regioni del Meridione d' Italia non si dorme più e si fa solo baldoria.

Un entusiamo incontenibile nato all'indomani dell'istituzione del ministero per il Sud nel nuovo governo pentaleghista presieduto da Giuseppe Conte.

A guidare lo strategico dicastero è stata chiamata la peperina Barbara Lezzi, parlamentare al suo secondo mandato, del Movimento 5 Stelle.

Il ministero nella sostanza ricalca quello della Coesione e del Mezzogiorno nel precedente esecutivo di Paolo Gentiloni. Quando i festeggiamenti di piazza, sembravano destinati a concludersi, è riscoppiato di nuovo l'entusiasmo.

Un'onda lunga di gioia ha invaso nuovamente strade e quartieri del nostro grande e immenso Meridione d'Italia.

Motivo? La nomina a sottosegretario al Sud di Pina Castiello, ex parlamentare del Pdl, ora dura e pura senatrice della Lega e con un passato di vicinanza, affetto, condivisione e stima per Nicola Cosentino, ex sottosegretario all'Economia nell'ultimo Governo Berlusconi e pluricondannato in quattro processi, e in particolare 9 anni per concorso esterno in associazione camorristica.

E pensare che proprio l'attuale ministro Lezzi dai banchi dell'opposizione, nel contrapporsi a Forza Italia, sparava palle incatenate citando proprio personaggi del calibro di Nik 'o Mericano, il nomignolo da statista affibiato a Nicola Cosentino.

E' chiaro, non tutti si comportano alla stessa maniera.

Quando Nik 'o mericano finiva in disgrazia, c'era chi gli restava fedele, insomma, un po' come nei matrimoni di un tempo : “Nella gioia come nel dolore”.

Il 7 dicembre 2011, l'agenzia Ansa fa il lancio : “CAMORRA: SEI DEPUTATI PDL, SOSTEGNO E AFFETTO A COSENTINO".

"Sostegno politico, stima ed affetto personale viene espressa a Nicola Cosentino - dopo la nuova richiesta di arresto nei suoi confronti presentata dalla procura di Napoli - dai deputati Pdl Giuseppina Castiello, Alessandra Mussolini, Maria Elena Stasi, Vincenzo D'Anna, Giovanna Petrenga, Marcello Di Caterina".

"Abbiamo condiviso con il coordinatore Cosentino una stagione politica straordinaria, fatta di sacrifici e di vittorie, in cui abbiamo imparato ad apprezzare un uomo ed un politico il cui impegno e' sempre stato, caparbiamente e limpidamente, teso a fare il bene della nostra terra. Per questo chiediamo alla magistratura di far presto chiarezza sulle accuse che lo colpiscono".

"A Nicola Cosentino, invece, ribadiamo sostegno politico e vicinanza personale per il fango che, ancora una volta, sfregia la sua immagine".

La neo sottosegretaria e leghista Castiello non solo è stata - in un'altra vita politica - vicina a Cosentino ma anche all'attuale senatore Luigi Cesaro, noto come Giggino 'a purpett. E scavando nel cascione di famiglia c'è anche l'amicizia con l'ex parlamentare ed ex sindaco di Afragola Vincenzo Nespoli  suo mentore poi finito rovinosamente in disgrazia per ragioni giudiziarie.

Il nuovo avanza inarrestabile, il ministero del Sud risolverà tutte le storiche criticità e arretratezze con Lezzi e Castiello. Da queste parti si continua a festeggiare.

Potrebbe interessarti


Leggi anche