Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Omicidio Fiumicino, il personal trainer confessa

Una confessione piena. L'assunzione di tutte le responsabilità. Dovevamo vederci per chiarire - ha detto ai militari l'ex poliziotto - una volta per tutte questa storia. Volevo troncare e ho detto basta. Lei non ne voleva sapere e ha minacciato di dirlo a Stefania, la mia compagna. Così non ci ho visto più, ho avuto uno scatto d'ira e l'ho colpita".

E' il racconto di Andrea De Filippis, l'istruttore della palestra, che ha confessato di aver ammazzato Maria Tanina Momilia, la 39enne di Fiumicino scomparsa da casa domenica poco prima dell'ora di pranzo e ritrovata cadavere in un fosso lunedì mattina.

Il cranio fracassato e lividi su tutto il corpo. L'avrebbe colpita alla nuca con un peso, di quelli che si usano per il body bulding. L'ha confessato ai magistrati e ai carabinieri di Ostia , dove ieri mattina si è costituito. A questo punto c'è da sbarazzarsi del corpo, il prima possibile.

De Filippis racconta di averla caricata nella sua auto e la lascia lì fino a notte fonda, mentre i familiari la cercano disperatamente per strada. Poco prima dell'alba, abbandona il corpo nel fosso di via Castagnevizza, dove sarà ritrovato lunedì mattina.