Sign in / Join

Offende autistici e gli affetti da sindrome di Aspengher, Grillo fa infuriare medici e associazioni

Non è stata una serata felice per Beppe Grillo. Le uscite sul palco dell'Italia a 5 Stelle al Circo Massimo del fondatore del Movimento 5 Stelle imbarazzano i vertici pentastellati. Il comico genovese parlando della situazione italiana ha bollato i vari personaggi come pieni di autismo e affetti da malattie nevrotiche, come la sindrome di Aspengher.

Gaffe e pregiudizi gravi che hanno fatto indignare chi è affetto da queste patologie e le associazionidei familiari dei pazienti

“Complimenti per la tua generalizzazione, per la tua ironia sfrontata su un tema così delicato e complimenti alla tua platea per le risate su questa tua ironia fuori luogo. Vedi, la tua ignorante descrizione denota, immediatamente, che la voglia di focalizzarsi sulle potenzialità di queste persone speciali è pari a zero”, scrive Mario Pingerna, mentre Pernoiautistici di Gianluca Nicoletti sceglie la forma della lettera aperta.

"Non è bello prendere in giro noi autistici, darci degli psicopatici e usarci come oggetto di scherno. Proprio tu…Dovresti sapere che chi ha un figlio autistico già deve ogni istante combattere perché il figlio non sia discriminato, non debba subire lo scherno di chi non capisce che proprio quel suo “non capire” non è dovuto a cattiveria ma a un suo modo d’essere, al suo 'cervello diverso'."

E conclude: "Gli autistici hanno diritto di essere trattati da cittadini come qualsiasi altro abitante del nostro paese. A dirtelo è un uomo a cui è stato diagnosticato di essere Asperger ed è molto contento di esserlo, in più è padre di un ragazzo autistico a basso funzionamento, che tiene con lui e combatte perché non debba finire rinchiuso e dimenticato quando non ci sarà lui a occuparsene".