Nuovo simbolo del Pd alle Europee. L'annuncio di Zingaretti

Alle elezioni europee col sistema elettorale proporzionale dobbiamo mettere in campo una proposta buona, diversa, aperta e fare in modo che neanche un voto vada disperso. Abbiamo a Bruxelles una eccellente delegazione di parlamentari, deve essere la base di questa nuova lista che dobbiamo mettere in campo". Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, alla direzione del partito. "Per ora - ha ammesso - non si sono realizzate le condizioni per una lista di soggetti che si mettono insieme ma dobbiamo andare avanti nello spirito che anche 'Siamo europei' (la proposta di Carlo Calenda, ndr) ha indicato: quello di una forza che si ripropone come baluardo della riformazione dell'Europa, per salvare l'Europa, una lista che si rivolge con questa missione, con un programma di grande rinnovamento e credo sia giusto che anche il simbolo europeo sia presente e sia caratterizzante della proposta". Zingaretti ha ricordato di avere "incontrato più volte +Europa" senza esito però: "Rispetto le loro scelte, anche chi non fa questa scelta di stare nella nostra lista non è nostro avversario. Dobbiamo continuare a costruire un contenitore con un programma chiaro. Questo non significa tornare a ricomposizioni del Pd che rimettono indietro le lancette dell'orologio della scissione, non è il mio obiettivo e non credo sia nemmeno l'obiettivo di Articolo 1