Nuovo caso di meningite, muore chirurgo di 40 anni

E' morto nonostante le cure e gli sforzi immani dei medici. Tragedia per un chirurgo di 40 anni, impiegato in una struttura sanitaria accreditata della provincia di Napoli. ù

L'uomo si è sentito male la notte di Capodanno ed è stato ricoverato presso il reparto di rianimazione dell'ospedale Cotugno per le malattie infettive.

La diagnosi lasciava ben pochi margini : grave e fulminante forma di meningite da pneumococco.

Il batterio che ha ucciso il professionista, a differenza del meningococco, pur essendo infettivo non è contagioso, ma spesso presente lungo le vie aeree di soggetti sani non vaccinati.

In alcuni casi il germe si fa strada verso i polmoni ovvero le meningi, provocando gravissime infezioni talvolta fatali.

Un batterio che diventa temibile e spesso mortale in presenza di malattie concomitanti o di fragilità dovute a malattie acute e croniche, influenza stagionale.

di P.P.M.