Sign in / Join

Novità Concorso Scuola Infanzia e Primaria: Chi lavora in questi Comuni ha punteggio raddoppiato

Novità Concorso Scuola Infanzia e Primaria: Chi lavora in questi Comuni ha punteggio raddoppiato

La valutazione del punteggio di servizio è disciplinata dalla specifica tabella che annualmente è allegata al contratto sulla mobilità per i docenti di ruolo. È possibile valutare doppio punteggio per un anno di servizio, nel caso di servizio svolto in piccole isole, servizio sul sostegno con il titolo di specializzazione e servizio in scuole di montagna.

Il servizio prestato in scuole di montagna può essere valutato con doppio punteggio solo dai docenti della scuola Primaria, in presenza di precise condizioni e requisiti

Doppio punteggio: è previsto nella tabella di valutazione allegata al CCNI

In base alla tabella di valutazione allegata al CCNI sulla mobilità 2018/19, nelle note esplicative (nota 1 per quanto riguarda il servizio di ruolo e nota 4 per quanto riguarda il servizio pre-ruolo) viene stabilita la possibilità, per gli insegnanti della scuola Primaria, di raddoppiare il punteggio per il servizio prestato in scuole di montagna in base a precise disposizioni legislative alle quali si fa esplicito riferimento:

Relativamente ai docenti delle scuole primarie, per ogni anno di insegnamento nelle scuola di montagna ai sensi della legge 1/3/1957, n. 90, il punteggio è raddoppiato. Per l’attribuzione del punteggio si prescinde dal requisito della residenza in sede

Il requisito di scuola di montagna fa riferimento alla Legge n. 90/1957 dove nell’art.2 si stabilisce quanto segue:

I Consigli provinciali scolastici, sentito il parere dell’ispettore scolastico, compilano, in base ai criteri fissati da apposito regolamento che sarà emanato dal ministro per la pubblica istruzione entro sei mesi dalla pubblicazione della presente legge, l’elenco delle scuole pluriclassi, con uno o due insegnanti, poste nei comuni di cui al precedente art. 1, che debbano essere considerate come situate in zona disagiata. Tale elenco è sottoposto a revisione triennale

L’art.1 citato fa riferimento alla Legge 25 luglio 1952, n. 991 che nell’art.1 stabilisce i criteri fisici e morfologici per determinare i territori montani e per classificare come tale un comune:

“………..sono considerati territori montani i Comuni censuari situati per almeno l’80 per cento della loro superficie al di sopra di 600 metri di altitudine sul livello del mare e quelli nei quali il dislivello tra la quota altimetrica inferiore e la superiore del territorio comunale non è minore di 600 metri……………..”

Doppia valutazione del punteggio: non sempre è consentita

Il diritto al riconoscimento del doppio punteggio, così come disciplinato nella tabella di valutazione allegata al CCNI 2018/19, viene confermato in presenza di due condizioni: aver prestato servizio in un Comune di montagna, ritenuto una sede disagiata, ed aver prestato servizio in una pluriclasse.

Non risulta, però, ancora chiarissima la possibilità di valutazione di questo doppio punteggio, in relazione alle scuole pluriclassi ubicate in Comuni di montagna, che, secondo la normativa citata (legge n. 90/1957) devono essere pluriclassi con uno o al massimo due insegnanti.

Questa situazione, come evidenziato da una nota dell’Ufficio Scolastico di Brescia, diventata un riferimento importante per l’attribuzione di questo doppio punteggio, risulta difficile che si realizzi attualmente in considerazione delle seguenti motivazioni:

– dall’anno scolastico 1999/2000 nella scuola Primaria è in vigore l’organico funzionale e l’assegnazione al plesso di servizio compete al Dirigente scolastico

– con l’introduzione dei docenti specialisti di lingua Inglese e di Religione cattolica, difficilmente in un plesso risultano in servizio solo due insegnanti, anche nel caso di pluriclasse unica.

Con queste motivazioni il Dirigente dell’Ufficio Scolastico d Brescia ha disposto che in mancanza di dichiarazioni da parte dei Dirigenti scolastici relative alla presenza di soli due docenti in pluriclassi di scuola Primaria ubicata in Comune di montagna, a partire dalle operazioni di mobilità relative all’a.s. 2013/2014, non valuta più il doppio punteggio per il servizio ivi prestato a partire dall’a.s. 1999/2000.

In quali casi è garantita la valutazione del doppio punteggio?

In virtù di questo precedente la certezza per la valutazione del doppio punteggio per il servizio svolto in scuola di montagna, nelle condizioni previste dalla normativa, si ha soltanto per il servizio prestato prima dell’a.s. 1999/2000, cioè prima dell’istituzione dell’organico funzionale. Per la valutazione doppia negli anni scolastici successivi deve essere rispettato il requisito del numero massimo di due insegnanti nelle pluriclassi, requisito che, si ribadisce, difficilmente sussiste.