Non prendete l'autostrada domani e lunedì! Ecco cosa accadrà su tutte le autostrade italiane

Non prendete l'autostrada domani e lunedì! Ecco cosa accadrà su tutte le autostrade italiane

Autostrade, sciopero casellanti 16 e 17 dicembre 2018: possibili disagi ai caselli

Domenica 16 e lunedì 17 dicembre potrebbero essere due giorni con qualche disagio sulle autostrade italiane. Infatti, in entrambi i giorni incroceranno le braccia dei lavoratori di Autostrade, in occasione dello sciopero nazionale proclamato dalle segreterie nazionali nazionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Sla-Cisal e Ugl Viabilità e Logistica. 

Come si legge nel comunicato diffuso dalle sigle sindacali, lo sciopero sarà composto da tre blocchi di quattro ore: "Prima azione di sciopero di 4 ore domenica 16 e lunedì 17 dicembre di tutti i dipendenti di Autostrade per l’Italia e delle Società ad essa collegate: Gruppo Telepass, Sds, Autostrade Tech, ADMoving, Atlantia" comunicano i sindacati, spiegando che alla base della protesta c’è "l’interpretazione strumentale dell’accordo del 19 luglio scorso, che neutralizza uno dei suoi punti qualificanti, relativo al ricambio generazionale e alle sue ricadute occupazionali, prioritariamente sul bacino dei precari".

Inoltre, "emerge la volontà di marginalizzare, se non ridimensionare, i servizi in rete per l’utenza come Punto Blu, i servizi di Viabilità e Assistenza agli automatismi, contrariamente alla loro valorizzazione sostenuta dalle nostre Organizzazioni Sindacali”.

Lo sciopero si svilupperà con l’astensione "del personale addetto all’esazione e quello turnista, domenica 16 dicembre dalle ore 10,00 alle 14,00, dalle 18,00 alle 22,00 e dalle ore 22,00 alle 2,00 di lunedì 17 dicembre; mentre il personale tecnico amministrativo, compresi i Punto Blu, sciopererà le prime 4 ore della prestazione di lunedì 17".

"Per la sicurezza della circolazione - conclude la nota - saranno garantiti i servizi minimi previsti dalla normativa vigente in materia di sciopero nei servizi pubblici essenziali" concludono i sindacati, precisando che "gli eventuali disagi per l’utenza e alla sicurezza della circolazione ai caselli dovranno essere attribuiti esclusivamente alle scelte di Aspi di chiudere le piste non automatizzate di esazione, per vanificare gli effetti dello sciopero sulle entrate da pedaggio".