Sign in / Join

Muore a 8 ore dal parto: il cuore non ha retto all'emozione. Dona a 50 persone

Muore a 8 ore dal parto: il cuore non ha retto all'emozione. Dona a 50 persone

A volte, gli eventi gioiosi sono seguiti così velocemente da avvenimenti dolorosi che non si sa come comportarsi - se gioire o essere tristi. Anche se ognuno ambisce sempre ai finali felici, le cause e conseguenze di tali eventi sono diversi, perciò non si può predire con certezza quello che accadrà.

La vicenda di Megan Moss Johnson è stata davvero imprevedibile. All'età di 15 anni le è stata diagnosticata la miocardite (un danno al muscolo del cuore) e i medici le hanno suggerito un trapianto. L'intervento di chirurgia è avvenuto qualche anno dopo. Meghan sarebbe stata eternamente grata alla persona che le ha donato l'organo, ed ha perfino dedicato un blog al suo insolito salvatore.

Sapendo che le donazioni sono importanti per salvare la vita degli altri, la ragazza aveva deciso di dedicare molte energie per supportare il movimento. Inoltre, aveva firmato i documenti che autorizzano alla donazione di organi in caso di morte.

Grazie al cuore nuovo, Meghan aveva scoperto una nuova vita. Era al settimo cielo quando ha incontrato il cantante Nathan Johnson. La coppia si era sposata nel giro di poco tempo e la giovane aveva scoperto di essere in dolce attesa.

La figlia di Megan e Nathan è nata senza troppe difficoltà. Sia la madre sia la piccola godevano di ottima salute. I giovani genitori erano felici di stringere tra le mani un piccolo miracolo, di nome Eilee.

Erano anche sollevati dal fatto che il cuore di Meghan avesse retto a tutte le difficoltà della gravidanza. Il padre, gioioso, ha scattato le prime fotografie della famiglia per poi condividerle sui social networks, dando il lieto annuncio a tutto il mondo.

Tuttavia, qualcosa è andato storto: 8 ore dopo, la giovane mamma è svenuta ed è morta qualche ora dopo. I medici non hanno saputo spiegarne le ragioni, nonostante sapessero che le persone con un cuore trapiantato potessero avere qualche complicazione. Il dolore del neopapà è difficile da descrivere. Ha perso l'amore della sua vita solo poche ore dopo avergli dato il regalo più grande.

Familiari ed amici hanno dato sostegno a Nathan e alla figlioletta in quel periodo di buio assoluto. Hanno anche organizzato una raccolta fondi per aiutare il musicista finché non ritornerà a lavoro. La storia della giovane famiglia ha scosso la comunità del web, che ha contribuito a raccogliere una somma dieci volte maggiore rispetto a quella richiesta. Nathan ed Eilee hanno ringraziato tutti di cuore.

Allo stesso tempo, Meghan ha contribuito a salvare 50 persone grazie alla donazione dei suoi organi, autorizzata dai documenti che aveva firmato in giovane età.

Ora Nathan si gode ogni singolo giorno trascorso con la piccola Eilee. Il padre condivide i suoi traguardi quotidiani, postando le foto della bimba sui suoi profili social.

LEGGI ANCHE