Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Morte di Lady Diana, dopo vent'anni il principe William abbatte il muro reale del silenzio

di Martina Gaudino

I fotografi, un tunnel, poi lo schianto. Lady Diana se ne andava nella magia di una notte parigina ormai vent'anni fa e oggi, il figlio maggiore William, ammette la sofferenza sempre velata dai reali inglesi: "Vorrei aver avuto il suo consiglio".

Intervistato per il numero di luglio di GQ Britain, il futuro Re d'Inghilterra ha raccontato come avrebbe voluto condividere con la madre la gioia del fidanzamento con la moglie Kate Middleton: "Avrei voluto che avesse incontrato Catherine, e avesse visto crescere i bambini, mi rende triste che non abbia potuto, e che loro non la conosceranno mai".

Il Principe, per la prima volta dalla morte di Lady Di, ha spiegato: "Riesco a parlare di lei più apertamente, a parlare di lei più onestamente e riesco a ricordarla meglio e a parlare pubblicamente di lei al meglio. Ma ci sono voluti vent’anni per arrivare a questa fase".

Confessioni delicate, segno di una tragedia che ha cambiato per sempre sia lui che il fratello Harry che, allo stesso modo, ha recentemente raccontato la difficoltà di vivere un dramma come questo.

Nelle foto scattate per il servizio, William e Kate appaiono seduti a terra, nei giardini di Kensington Palace insieme ai piccoli George e Charlotte intenti a giocare con Lupo, il cane della famiglia reale. "La stabilità a casa è così importante per me - ha proseguito William - Voglio crescere i miei figli in un mondo felice, stabile, sicuro, e questo è tanto importante per noi come genitori". Il desiderio della coppia è che i bambini vivano in un clima quanto più "normale" possibile, nonostante il "peso" della corona.