Montagna: trovati corpi 3 alpinisti travolti da valanga in Canada

Sono stati trovati quest'oggi i corpi dei due alpinisti austriaci David Lama di 28 anni e Hansjoerg Auer di 35, e di quello americano Jess Roskelley di 36, travolti nei giorni scorsi da una valanga di grandi dimensioni mentre stavano scalando l'Howse Peak, montagna di 3.295 metri nel Parco Nazionale di Banff nello Stato dell'Alberta. A comunicarlo sono state le autorita' del Parco nazionale canadese. Lama, Auer e Roskelly stavano scalando una via considerata nel mondo dell'alpinismo molto difficile. La morte dei tre alpinisti era stata gia' annunciata nei giorni scorsi quando i soccorritori avevano individuato la loro attrezzatura. La scomparsa dei tre alpinisti molto noti nell'ambiente della montagna a livello internazionale ha portato grande costernazione. Lama, nato il 4 agosto del 1990 da papa' di origini nepalesi e mamma austriaca, era originario di Innsbruck ed era considerato un talento eccezionale tanto da essere soprannominato sin da giovane un "bambin prodigio". Prima di dedicarsi all'alpinismo David aveva vinto due titoli mondiali giovanili nell'arrampicata sportiva. Dopo aver raggiunto nel 2012 la vetta del Cerro Torre assieme a Peter Ortner nello stile free climbing, nell'ottobre dello scorso anno era arrivato sulla vetta del Lunag Ri (6.895 metri) in Nepal lungo il versante ovest. Specialista delle scalate senza corte ed ausili tecnici, Auer, classe 1984 originario della Oetztal, era salito agli onori delle cronache nel 2007 dopo aver scalato in solitaria la parete sud della Marmolada. In carriera anche scalate in Patagonia, Pakistan e nella Yosemite Valley. Jess Roskelley, 36 anni di Spokane, era figlio del famoso scalatore americano John Roskelley. Padre e figlio il 21 maggio del 2003 avevano raggiunto la vetta dell'Everest: Jess grazie a questa impresa era diventato il piu' giovane (20 anni) alpinista al mondo a raggiungere gli 8.848 metri del "tetto del mondo".