"Mio Dio, si è gettata" Mamma si butta dal ponte col figlioletto. Era stata sfrattata da casa

"Mio Dio, si è gettata" Mamma si butta dal ponte col figlioletto. Era stata sfrattata da casa

Si è buttata giù da uno dei ponti più alti della Colombia, trascinandosi dietro il figlio di 10 anni. Un volo di cento metri che non gli ha lasciato nessuna via di scampo. Un gesto terribile ripreso da cellulari e telecamere. In tanti hanno provato per minuti interminabili a farla desistere. Ma la giovane mamma ha messo fine alla sua vita e a quella del suo bambino. Un gesto disperato che ha straziato il cuore di molti. I servizi di emergenza arrivati sul posto hanno cercato invano di farla parlare, di prendere tempo e di convincerla a scendere.

L'omicidio-suicidio è avvenuto sul ponte La Variante nella località di Ibague, nell'area colombiana centro-occidentale di Tolima. La donna, identificata come la trentaduenne Jessy Paola Moreno Cruz, teneva stretto a se il figlio May Ceballos sul bordo del ponte mentre minacciava di saltare giù e la gente e i soccorsi le chiedevano di non farlo. Nessuna supplica ormai poteva convincerla a scendere da quella balaustra. E così è saltata nel vuoto con il bambino tra le braccia.

In un video si sente un soccorritore che urla: "Oh mio Dio, si è gettata..." mentre un altro addetto ai servizi di emergenza sotto choc si mette le mani tra i capelli. Il pompiere, Rafel Rico, ha detto ai media locali: "L'hanno pregata in tutti i modi di non farlo, ma purtroppo ha preso la decisione fatale". Rico ha aggiunto che "le autorità locali ci hanno messo diverso tempo per recuperare i corpi". Da un'altra prospettiva in un altro filmato si vede il salto della donna e mentre precipita da un'altezza di circa 100 metri. Secondo quanto riportato dai quotidiani, Jessy Paola Moreno Cruz, ha avuto problemi finanziari e recentemente era stata sfrattata da casa sua.

Era disperata e per qualche giorno ha vissuto per strada con il figlio. Il sindaco di Ibague, Guillermo Alfonso Jaramillo, ha dichiarato: "L'incidente ha molto a che fare con la terribile situazione che stiamo affrontando a Ibague e in tutta la Colombia".