Sign in / Join

Mette un post su facebook confidenziale e perde 47 mila euro. Attenti a ciò che scrivete!

Mette un post su facebook confidenziale e perde 47 mila euro. Attenti a ciò che scrivete!

Può un semplice post su facebook far perdere tanti soldi? Pare proprio di si, almeno per quello che è successo in Florida. Una giovane studentessa, Dana Snay, originaria appunto dello stato americano, ha rivelato ai suoi 1.200 amici di Facebook notizie confidenziali su una causa vinta dal padre. “Clausola di riservatezza violata” e il papà perde ben 80 mila dollari pari a circa  47,750 euro.  Patrick Snay, 69 anni, aveva infatti citato la “Gulliver Preparatory School” di Miami per discriminazione lavorativa in base all’età trovando poi un accordo per 80 mila dollari ma con una clausola di riservatezza sull’intera questione. Ma la figlia adolescente ha ritenuto più importante condividere la cosa con il suo gruppo di amici virtuali, così infatti recita il suo post: “Mamma e papà Snay hanno vinto la causa contro Gulliver. Gulliver sta ora ufficialmente pagando per la mia vacanza in Europa questa estate. SUCK IT.” Ma, malauguratamente, lo stato dell’adolescente è stato letto dai vertici della scuola in causa,  che si sono rifiutati di pagare per la rottura da parte del signor Snay dell’accordo di riservatezza. Decisione avvallata poi dal giudice che ha dichiarato al quotidiano Miami Herold : “Snay ha violato l’accordo facendo esattamente quello che aveva promesso di non fare”. Snay, che ora è preside al Riviera Preparatory Academy a Coral Gables, può ancora fare appello per ribaltare la decisione della Corte Suprema della Florida.

LEGGI ANCHE