Martina conferma la linea di Renzi ma prende tempo e si prepara all’assemblea del 21

 

Maurizio Martina conferma la linea di Matteo Renzi  e si prepara alla guida del Pd. Il reggente dei dem ha ufficialmente annunciato la candidatura per la segreteria del Pd all’assemblea del 21 aprile.  Una scelta che potrebbe nascondere un patto con l’ex segretario, che ancora oggi controlla la maggioranza in assemblea nazionale. L’indizio è arrivato al termine del colloquio con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: Martina ha confermato la linea di Renzi di mantenere il Pd all’opposizione, senza prestare il fianco a governi del M5S. L'esito elettorale per noi negativo non ci consente di formulare ipotesi di governo che ci riguardino" ha detto  Martina al termine del colloquio con il presidente della Repubblica al Quirinale. Poi il reggente del Pd è stato ancora più chiaro: Chi ha vinto le elezioni "si faccia carico della responsabilità" di governare. Noi - ha aggiunto - avvertiamo come certi atteggiamenti siano più figli di un secondo tempo della campagna elettorale che di una responsabilità nuova. Il tempo della campagna elettorale è finito e queste forze farebbero bene a tornare con i piedi per terra anche rispetto a soluzioni" di governo. I renziani però non si fidano e temono un cambio di linea dopo l’assemblea. E dunque non escludono un colpo a sorpresa: la candidatura di Matteo Richetti all’assemblea del 21 per la sfida contro Martina.