Sign in / Join

Manette per Meng Wanzhou, manager e figlia del fondatore del colosso Huawei

La direttrice finanziaria del colosso cinese Huawei, Meng Wanzhou, figlia del fondatore, è stata arrestata a Vancouver, in Canada.

Il mandato di arresto è stato emesso dagli Usa. Le autorità americane hanno chiesto l'estradizione e l'udienza è stata fissata per domani.

La notizia è resa nota dal ministero della Giustizia canadese.

La richiesta di arresto statunitense - si apprende dai media - riguarderebbe violazioni alle sanzioni americane contro l'Iran e arriva proprio nel giorno in cui la compagnia cinese viene bandita da British Telecom per "rischio spionaggio".

Anche in Italia la presenza del colosso cinese desta preoccupazione, il Copasir se ne sta occupando.

E' una crisi diplomatica proprio nel momento in cui Stati Uniti e Cina hanno stabilito una tregua nella escalation di dazi, dandosi tre mesi per trovare un accordo che a questo punto rischia di complicarsi.

L'industria globale Huawei ha invaso i mercati e fa paura. In Cina parlano e accusano l'America di voler indebolire un competitor e di condurre una guerra sporca. Tensioni alle stelle e il timore che tra Cina e Usa si possa innescare una escalation pericoloso.

di Pier Paolo Milanese