Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

L'Iran lancia missili sulla Siria

I Guardiani della Rivoluzione iraniani, corpo militare d'élite del regime di Teheran, hanno affermato che i missili lanciati in Siria hanno distrutto "con successo" postazioni dei jihadisti dello Stato islamico. "Questa operazione è stata un successo e i missili hanno distrutto basi di comando e di armamento di Daesh (acronimo arabo dell'Isis) a Deir Ezzor" nell'est della Siria, ha dichiarato il generale Ramezan Sharif, portavoce dei Guardiani della Rivoluzione.

"I missili hanno attraversato lo spazio aereo iracheno e hanno colpito i loro obiettivi in Siria" ha dichiarato il generale Amir-Ali Hadjizadeh, comandante della forza aerospaziale dei Guardiani, alla tv di Stato. "Allo stesso tempo droni decollati da Damasco hanno sorvolato la regione di Deir Ezzor e trasmesso le immagini dei raid. Il generale ha precisato che i missili hanno colpito anche un "piccolo edificio" dove si trovavano i capi dell'Isis. "Colpire un piccolo edificio da 600-700 chilometri di distanza" dimostra le "capacità" dell'Iran, ha aggiunto.

Un totale di sei missili di precisione di media gittata sono stati lanciati ieri dalle province iraniane di Kermanshah e del Kurdistan contro le basi Isis in "rappresaglia" contro gli attacchi del 7 giugno sul parlamento e sul mausoleo dell'imam Khomeini a Teheran, rivendicati dall'Isis, che hanno ucciso 17 persone. Si tratta dei primi lanci missilistici iraniani in territorio straniero degli ultimi 30 anni. L'Iran sostiene i governi siriano e iracheno e invia consiglieri militari e volontari per combattere ribelli e jihadisti.