L'ex onorevole pistolero depone la sua colt

Enzo Mattina, storico deputato del Psi e politico dalla caratura nazionale ha deciso di consegnare la sua pistola detenuta regolarmente ai carabinieri.

Un decisione come riporta il quotidiano il mattino.it per dire "Basta con questo Far West".

E' lo stesso ex onorevole a spiegare la motivazione del suo gesto : "Comprai la colt negli anni '70 su sollecitazione della Digos quando le Brigate rosse parlvano di me". La decisione dell'esponente politico è nata dopo  aver letto il disegno di legge sulla legittima difesa.

"Liberalizza la detenzione delle armi e prevede l’immunita non solo per chi si difende da una aggressione acclarata, ma anche per chi spara in preda ad agitazione per il timore di un’aggressione" - spieg Mattina -

"Nel provvedimento non c’e una sola parola sui requisiti che il detentore dell’arma deve possedere. Per come sono formulati gli articoli, chiunque potrà detenere anche un bazooka e armi da guerra. Figuriamoci se i criminali in cravatta non approfitteranno dell’opportunità che viene loro offerta. Il mio è la testimonianza del rifiuto di questa deriva da Far West che i nuovi governanti stanno costruendo" - conclude l'ex parlamentare -.

Un gesto 'politico' quello dello storico dirigente del Psi per sollecitare una riflessione, per lanciare un allarme rispetto all'impatto che potrà avere la nuova normativa sull'uso delle armi in un Paese come l'Italia.