Sign in / Join

L'ex ministro leghista Calderoli condannato a 18 mesi di carcere, definì Kyenge un 'orango'

Roberto Calderoli, senatore della Lega,  è stato condannato per aver dato dell' "orango" all'ex ministro del governo Letta Cecile Kyenge. Il fatto gravissimo è accaduto nel luglio 2013 alla festa della Lega Nord di Treviglio.

A Calderoli è stata inflitta la pena in primo grado di un anno e sei mesi. Il tribunale di Bergamo ha così riconosciuto l'aggravante razziale.

L'ex ministro non si è costituita parte civile e non sono previsti risarcimenti di natura economica.

Kyenge non aveva sporto denuncia, ma in procura a Bergamo era partito d'ufficio il procedimento sostenuto dai pm Maria Cristina Rota e Gianluigi Dettori.

Un processo complicato caratterizzato da un primo stop, con la difesa che aveva sostenuto la scriminante dell'articolo 68 della Costituzione, secondo il quale i membri del Parlamento, nell'esercizio delle loro funzioni, non possono essere chiamati a rispondere delle loro affermazioni.

La Consulta aveva però dato ragione al tribunale e il processo era ripreso. I pm avevano chiesto 2 anni, la difesa l'assoluzione. Oggi la sentenza di condanna per il senatore della Lega.

di P.P.M.

LEGGI ANCHE