Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Legge elettorale, Gentiloni: “Non bisogna perdere lo spirito maggioritario dell’Ulivo”

“Oggi sono impegnato a cercare – in un momento non facile non perche’ di particolari difficolta’ del nostro Paese ma perche’ nato in un momento difficile di nostra sconfitta – di rassicurare la guida del governo e se possibile rassicurare il Paese. Credo ci sia tantissimo bisogno di entrambe le cose: far lavorare il governo. Ho detto una cosa terribile, il governo governa. Ma tutto sommato assicurare la guida del governo e’ uno dei compiti piu’ importanti che mi sono assegnato e contemporaneamente rassicurare il Paese”. Lo dice il premier Paolo Gentiloni nel corso di un’iniziativa organizzata da Roberto Giachetti a sostegno della candidatura di Matteo Renzi alla segreteria del Pd.

E poi aggiunge: “Il progetto del Pd non era dare uno sbocco ad ex democristiani di sinistra e ex comunisti, ma dare uno sbocco alla sinistra del nuovo secolo. Ora che i fatti ci danno ragione, guai a perdere lo spirito maggioritario che aveva animato l’Ulivo e ha animato fin dalla sua fondazione il Pd. E non sto parlando di leggi elettorali. Oggi dobbiamo restare fedeli all’idea maggioritaria che l’Ulivo aveva e che il Pd ha rilanciato poi la dobbiamo calare nella realta’ di oggi, senza perdere l’ambizione riformista”.

“Cerchero’ di proseguire l’ambizione riformista nei prossimi mesi completando il percorso di riforme e portandone avanti di nuove. Mi rivolgo al mio partito: anche le regole elettorali possano corrispondere a questa aspirazione, dare certezza e capacita’ di governo al Paese. E’ difficile ma solo noi possiamo dare un contributo determinante in questa direzione, che e’ strategico. Fondamentale per dare alla prospettiva politica del Pd l’abbrivio e la forza che merita”, conclude il premier.