Sign in / Join

Legge di bilancio, Europa apre allo sconto all'Italia

La Commissione europea apre allo sconto a favore dell'Italia nella prossima legge di bilancio dopo la comunicazione del ministro Pier Carlo Padoan per un aggiustamento strutturale dello 0,3% del Pil rispetto allo 0,8% approvato dal parlamento. L'apertura arriva dal commissario europeo agli affari monetari, Pierre Moscovici, che in una intervista alla Stampa mette in risalto che "abbiamo una relazione molto produttiva e costruttiva con Padoan e Gentiloni. Come avete visto abbiamo trovato un accordo sulle misure necessarie per evitare una procedura all'Italia, poi abbiamo trovato un accordo su Monte Paschi. Ora stiamo discutendo sul prossimo bilancio: la nostra risposta arriverà in questa cornice". La premessa di Moscovici è anche una rispoata alla lettera del ministro Padoan. "Nelle nostre raccomandazioni - indica Moscovici - abbiamo detto che prenderemo in considerazione circostanze particolari. Nel chiedere gli sforzi di bilancio per il consolidamento useremo un margine di discrezionalità - non solo per l'Italia - perché non vogliamo rischiare di ostacolare la crescita". Alla domanda se non ci sia il rischio che l'Ecofin possa bocciare lo sconto all'Italia, Moscovici risponde lapidario: "La risposta arriverà dalla Commissione" e ricorda che "c'è una lettera di diversi ministri che chiedono di tenere in considerazione le circostanze particolari". Lettera che tuttavia è stata firmata solo da quattro ministri dell'area euro. "Calma e sangue freddo - afferma Moscovici - siate fiduciosi. Il più importante ingrediente nella relazione Italia-Commissione è la fiducia. Noi abbiamo fiducia in Padoan e lui deve fidarsi di noi. Non lo abbiamo mai deluso".