Sign in / Join

Le raffiche di vento seminano morti, feriti e danni. Centro- Sud d'Italia in ginocchio

Le raffiche di vento seminano morti, feriti e danni. Centro- Sud d'Italia in ginocchio

Il maltempo stringe in una morsa il Centro-Sud d'Italia, con violente raffiche di vento, neve e collegamenti bloccati per le isole.

E, purtroppo, anche quattro vittime a causa della caduta di alberi e muri.

Quasi 1.500 gli interventi dei vigili del fuoco, soprattutto per il forte vento: il maggior numero nel Lazio, 400.

I quattro morti tutti nel Lazio, dove i maggiori danni li sta causando il vento fortissimo. Tragedia nel Frusinate: crolla un muro proprio a causa del forte vento, due le vittime.

La tragedia ad Alvito poco dopo le 10. Quattro le persone investite dalle macerie: Guido Albassi 71 anni di Veroli; Carlo Diana 73 anni di Alvito; Vincenzo Diana 77 anni di Alvito e Franco Seppero 70 anni di Veroli. Albassi e Carlo Diana sono morti sul colpo.

Vicino a Roma un albero è caduto su un'auto uccidendo un uomo di 45 anni. È accaduto a Guidonia in via Maremmana Inferiore.

L'albero di alto fusto ha centrato la macchina in transito. Gravemente ferito l'uomo è stato soccorso ma è deceduto poco dopo.

La quarta vittima è un ragazzino di 14 anni: è morto schiacciato dal padre che mentre riparava la tettoia della loro ditta danneggiata dal maltempo, ha perso l'equilibrio probabilmente a causa di una raffica di vento ed è caduto da un'altezza di sei metri finendo addosso al figlio che era sotto la scala.

Anche a Napoli, dove sono caduti anche fiocchi di neve, un albero è caduto a causa del forte vento e si è abbattuto su un'auto a bordo della quale viaggiavano madre e figlio, fortunatamente feriti in modo non grave.

Campania, allerta meteo prorogata di 24 ore. Il vento soffia a Napoli con una velocità tra i 40 ed i 60 km all'ora e fino a 70 km sulle montagne e nelle zone interne della regione. Alcuni cartelloni pubblicitari sono volati sui tetti delle case circostanti.

Numerose le richieste di intervento per caduta di alberi sono giunte al centralino dei Vigili del Fuoco. La Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato l'allerta meteo fino alle 24 di domenica. Le previsioni sono di forti venti nordorientali, mare agitato al largo e lungo le coste esposte. Sono possibile mareggiate.

A Ischia la motonave "Don Peppino", della Gestur, che era in fase di attracco con grande difficoltà a causa delle avverse condizioni marine, ha impattato contro la prua della motonave "Benito Buono" della Compagnia "Medmar".

di P.P.M.

 

LEGGI ANCHE