Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

La 'Prova del cuoco' non sfonda, la nuova conduttrice Isolardi 'danneggiata' da Salvini

Non piace. Non convince. Non decolla. E l'imbarazzo comincia a serpeggiare tra i lunghi corridoi della Rai. La trasmissione cult, la 'Prova del cuoco' passata - dopo 18 anni di conduzione ininterrotta - da Antonella Clerici alla rampante Elisa Isoardi, compagna del vicepremier Matteo Salvini, non attrae pubblico anzi lo perde.

L'emorragia degli ascolti, sembra inarrestabile. E c'è nervosismo e tensione ai vertici di Raiuno perchè il 'contenitore' più importante della rete ammiraglia del servizio pubblico perde colpi e prende batoste dall'agguerrita concorrenza.

La nuova stagione, partita lo scorso lunedì su RaiUno, ha ottenuto finora i peggiori risultati di auditel mai registrati dal programma. Eppure quella fascia oraria per la Rai rappresentava e rappresenta un baluardo come del resto tutta la pr ogrammazione pomeridiana.

A vegliare sulla performace della nuova conduttrice, c'era il ministro dell'Interno Salvini che - non avendo altro da fare - accompagnato da un nutrito schieramento di forze dell'ordine è stato presente nel retropalco dello studio per ben tre puntate su cinque.

Se inizialmente c'era curiosità nel vedere la fidanzata di Matteo Salvini, con l'afflievolirsi dell'effetto novità, il pubblico - circa 300 mila telespettatori - hanno via via abbandonato "La prova del cuoco".

Parliamo dello zoccolo duro composto da massaie, casalinghe, pensionati e bambini, un pubblico  costruito e forgiato con pazienza negli anni da Antonella Clerici. Un tesoretto di pubblico dilapidato in pochi giorni.

I vertici Rai per ora attendono, a bocca stretta commentano che si tratta di un evento fisiologico perchè parte del format è stato rinnovato a cominciare dai cuochi e dalla giuria. Occorre attendere, i risutati arriveranno.

Non piace Elisa Isoardi è troppo fredda e appare poco addentro alle faccende di cucina. Nessuno immagina che possa stare dietro i fornelli. Questa la percezione del pubblico generalista delle prime puntate.

I paragoni con la più genuina Antonella Clerici si sprecano. La Isoardi non trasmette empatia, calore e il pubblico la bolla come poco di 'casa'.

Insomma, sembra proprio non essere scoccata la scintilla d'amore con il pubblico. A peggiorare le cose si staglia l'ombra ingombrante del suo compagno Salvini: onnipresente e troppo importante. 

E' un corto circuito che rischia di far naufragare la storica trasmissione di Raiuno, un contenitore di intrattenimento che aveva catalizzato e raccolto il consenso di un vasto e fedele pubblico e bruciare l'ascesa della stessa Elisa Isoardi.

di Arnaldo Capezzuto