La Libia avvisa l'Italia: "800mila migranti pronti a invadervi"

L'Italia si accorge di non avere una politica estera. E con la guerra sull'uscio della nostra porta d'ingresso non sappiamo che pesce prenderli e con il serio rischio di pagare conseguenze durissime non solo sotto il profilo economico ma soprattutto in termini di migranti.

E proprio dalla Libia avvisano il nostro Paese: "Ci sono 800mila migranti pronti ad invadere l'Italia. Fate presto".

E in questo enorme numero di migranti ci sono anche criminali e soprattutto jihadisti legati a Isis. Lo sostiene il premier libico Fayez al-Sarraj, in un'intervista all'inviato del Corriere della Sera a Tripoli, pubblicata sul sito del quotidiano.

Sarraj ringrazia inoltre l'Italia per la sua mediazione e per il suo sostegno per la pace in Libia.

Il bilancio degli scontri con il trascorrere dei giorni si fa sempre più drammatico: sono almeno 147 morti e 614 feriti dall'inizio dell'offensiva di Khalifa Haftar contro Tripoli lanciata il 4 aprile scorso.

di P.P.M.