Sign in / Join

Il furbacchione di Pecoraro Scanio voleva la candidatura. Ma i Verdi rovinano i piani dell’ex ministro

 

Ci ha provato. Quel furbacchione di Alfonso Pecoraro Scanio voleva ritornare in pista con il M5S. Ma i Verdi, nel corso dell’ultima assemblea nazionale, hanno bocciato la mozione dell’ex ministro dell’Ambiente: confluire, come costola ecologista, nei Cinque stelle. Il piano era stato studiato da tempo: Pecoraro aveva un rapporto solido sia con Beppe Grillo che con il responsabile della comunicazione grillina, Rocco Casalino. E’stato un po' il consigliere su alcune mosse del M5S. A capo del ministero dell’Ambiente ha piazzato un suo fedelissimo: il generale Sergio Costa. Ma la tentazione di ritornare in campo, in prima persona, è stata forte: Pecoraro voleva un’intesa tra Verdi e M5s. Per tentare una candidatura alle europee nel 2019. Ha accarezzato il sogno, fino allo stop dei Verdi.