Sign in / Join

Il delirio Di Maio : "Siamo alle soglie di un nuovo boom economico"

"Siamo alle soglie di un nuovo boom economico" lo ha detto il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio nel corso degli 'Stati generali di consulenti del lavoro' a Milano.

Le parole sono importanti gridava Nanni Moretti nel film 'Palombella rossa'.

Nonostante tutte le previsioni, rilevazioni d'istituti di ricerca, studi e statistiche certificano il contrario di ciò che afferma Di Maio con addirittura l'Italia già ben avviata in recessione, si mostra un ottimismo fuori luogo.

L'intervento del giovane vicepremier disorienta e dissemina di dubbi e perplessità non solo la platea.

"Un nuovo boom economico potrebbe rinascere: negli anni '60 avemmo le autostrade, ora dobbiamo lavorare alla creazione delle autostrade digitali", sottolinea il capo dei Pentastellati.

"Quello che vogliamo realizzare per l'Italia passa da una visione dei prossimi 10 anni" - ancora aggiunge e poi citando Olivetti, ricorda "il lavoro è la più grande sfida del nostro tempo".

Poi illustra alla platea alcuni provvedimenti contenuti nella òegge di Bilancio e lancia una stoccata al dell'Inps, Tito Boeri : "Dobbiamo farla finita con l'uomo solo al comando; nell'Inps serve più pluralismo, coinvolgendo le categorie professionali".

Non è un segreto che l'economista a capo dell'istituto di previdenza è vissuto con sofferenza dall'esecutivo giallo-verde perchè non proprio in linea con il nuovo corso e presto sarà sostituito senza se e senza ma.

di P.P.M.

 

LEGGI ANCHE