Gino Paoli: "Il cielo in una stanza? Parla di un orgasmo avuto con una p....a"

Gino Paoli: "Il cielo in una stanza? Parla di un orgasmo avuto con una p....a"

 

"Il cielo in una stanza parla di un orgasmo avuto per l'amplesso con una prostituta". Svelato il mistero dopo tanti anni dalla incisioni di una delle più belle canzoni d'Italia. Gino Paolo lo ha rivelato durante un'intervista pubblicata sul quotidiano Libero.

"Era per una puttana della quale mi ero innamorato, perché a quei tempi le ragazze non te la davano, ed è dedicata a un gesto umano ma mistico, che proietta in una dimensione dove sei tutto e niente”.

Il cantante ha raccontato di sé, parlando anche dei suoi segreti. “Siccome descrivere l’atto è impossibile, ho trovato questa tecnica: ci giro intorno, il non detto arrivo a suggerirlo con l’ambiente”, ha spiegato il cantautore.

E di Stefania Sandrelli e Ornella Vanoni, suoi grandi amori, dice: “Sono molto amico di entrambe e sempre pronto a correre quando hanno bisogno. L’ amore è difficile da spiegare, non ha un senso logico: ha la complicazione del sesso ma c’ è sempre anche una buona dose di amicizia”. Poi un accenno anche alla politica: Paoli infatti, è da tempo amico di Beppe Grillo ma, dice, non per questo vota il Movimento 5 stelle. “Grillo? È un mio amico da sempre, sono quasi sempre d’ accordo con quello che dice, non su come lo dice. Ma neanche per idea voto M5s! Sono d’ accordo con quello che dice lui, non con tutto il resto. Abbiamo idee politiche molto diverse”.

 

continua a leggere il nostro quotidiano online

Metti un like alla pagina Facebook

 

 

Gino Paoli: "Il cielo in una stanza? Parla di un orgasmo avuto con una p....a"