Sign in / Join

Testata giornalistica - Registrazione Tribunale di Napoli 19/2017

Giallo Roberta Ragusa, Logli ai giornalisti: "Sono certo che verrò assolto"

Antonio Logli torna a lavoro e per la prima volta affronta i giornalisti. Come riporta IlTirreno.it, l'imputato alla vista dei giornalisti ha pronunciato una frase: "Sicuramente verrò assolto". Al suo fianco il legale di fiducia l'avvocato  Linda Sozzi. "Certamente sarò in aula il 14 marzo" ha poi aggiunto ai cronisti l'uomo che deve difendersi dall’accusa di aver ucciso la moglie, sparita nella notte del 13 gennaio 2012 dalla sua casa di Gello. Piumino marrone, felpa rossa e pantaloni blu, l’impiegato Logli si sottopone alla scarica di foto e resta impassibile durante le riprese tv. Pochi minuti in cui parla per lui l’avvocato Sozzi. Poi si incammina verso l’auto, la solita Ford Escort verde bottiglia sulla quale il supertestimone Loris Gozi sostiene di averlo visto in via Gigli poco prima delle 00.30 del 14 gennaio, parcheggiata dietro il comando della polizia municipale. "Antonio Logli è tornato in Comune, al posto che gli spetta – spiega il legale –. È dal 2007 che lotta per vedersi riconosciuto un diritto che per due volte i giudici hanno sentenziato come legittimo. Non sarà simpatico e avrà avuto comportamenti esemplari, il riferimento è al tradimento della moglie con la baby sitter, Sara Calzolaio sua attuale compagna, ma questo non significa che meriti un accanimento come quello letto sui social. Antonio ha fiducia nella magistratura".